01

CRISTO PANTOCRATOR

 L'icona di Cristo Pantocrator (Colui che tutto regge), di rara bellezza artistica, riporta alla mente le parole del Salmista:
"Tu sei il più bello tra i figli dell'uomo, sulle tue labbra è diffusa la grazia" (Sal 45,3).
San Giovanni Crisostomo, applicando la lode al Signore Gesù, scriveva: "Il Cristo era nel fiore dell'età, nel vigore dello Spirito e in lui splendeva una duplice bellezza, quella dell'anima e del corpo" (PG 52, 479). Col suo linguaggio figurativo, questa icona costituisce la sintesi dei primi concili ecumenici, riuscendo a rappresentare sia lo splendore dell'umanità, sia il fulgore della divinità di Gesù. Il Cristo è rivestito di una tunica rossa, coperta da un mantello blu scuro. I due colori ricordano la sua duplice natura, mentre i riflessi dorati rimandanoalla persona divina del Verbo. Dalla spalla destra scende una stola dorata, simbolo del suo sacerdozio eterno. Il volto, maestoso e sereno, incorniciato da una folta chioma di capelli e circondato da un'aureola crocifera, reca il trigramma " O Ω N " (Colui che è), che ripropone la rivelazione del nome di Dio in Es 3,14. In alto, ai lati dell'icona, ci sono  i due digrammi: "IC-XC" ("Iesus" - "Christus") che costituiscono il titolo dell'immagine stessa.
La mano destra, con pollice e anulare ricurvi fino a toccarsi (a indicare la duplice natura di Cristo nell'unità della persona), è nel tipico gesto della benedizione. La mano sinistra, invecem stringe il libro del Vangelo, ornato da tre fermagli e da perle e pietre preziose. Il Vangelo, simbolo e sintesi della Parola di Dio, ha anche un significato liturgico, dal momento che nella celebrazione eucaristica si fa lettura di un suo brano e si recitano le parole stesse di Gesù alla consacrazione. L'immagine, sintesi sublime di dati naturalistici e simbolici, è un invito alla contemplazione e alla sequela. Ancora oggi Gesù, attraverso la Chiesa, sua sposa e suo corpo mistico, continua a benedire l'umanità e a illuminarla con il suo Vangelo, l'autentico libro della verità, della felicità e della salvezza dell'uomo.
Nell'agosto del 386, mentre si trovava in giardino, Agostino udì una voce che diceva: "Prendi e leggi, prendi e leggi" (Confessioni, 8, 12, 29).


 

TEOFANE DI CRETA (1546), Icona di Cristo, Monastero Stavronikita (Monte Athos)


 

Lascia i tuoi commenti

Commenta come ospite

0
termini e condizioni.
  • Nessun commento trovato

EX ALLIEVI SSP BARI

fpaolinaPer i 100 anni della Società San Paolo (1914-2014), gli ex-allievi della casa di Bari hanno espresso il desiderio di incontrarsi guardando al futuro più che al passato della loro esperienza paolina.

Leggi tutto...

 

FORUM BAMBINI E MASS MEDIA

BAMBINI E MASS MEDIALa Società San Paolo di Bari ospita nel suo sito web una sezione dedicata agli eventi del Forum Bambini e Mass Media. "Educare ai mass media per educare i mass media."

Leggi tutto...

ORATORIO SAN PAOLO SPORTING

logosporting

Lunedì 14 ottobre 2013 è stata avviata la scuola di mini calcio riservato ai ragazzi dai 4 ai 14 anni, presso la sede sportiva San Paolo Sporting, in Strada Vassallo 35 – Bari. Sport, ma non solo. L'Oratorio San Paolo Sporting è a servizio dei ragazzi e delle famiglie del territorio.


Leggi tutto... 

Go to top