absidale

Mosaico Absidale
Basilica di San Clemente, Roma

 Questo antico mosaico della basilica romana di san Clemente celebra il trionfo della Croce, mistero centrale della fede cristiana. Si può osservare la fioritura lussureggiante di un cespo di acanto, dal quale si diramano i numerosissimi girari che si estendono in tutte le direzioni, con i loro fiori  e i loro frutti. La vitalità di questa pianta è data dalla croce di Gesù, il cui sacrificio costituisce la ri-creazione dell'umanità e del  cosmo. Gesù è il nuovo  Adamo che, con il mistero della sua passione morte  e risurrezione, fa rifiorire l'umanità, riconciliandola  col Padre.
Attorno al Cristo sofferente ci sono dodici bianche colombe, che  rappresentano i dodici apostoli.  Ai piedi della croce, ci sono Maria e Giovanni, il discepolo prediletto:
«
Gesù, vedendo la madre e lì accanto il discepolo che egli amava, disse alla madre: "Donna, ecco il tuo figlio!". Poi disse al discepolo: "Ecco la tua madre!". E da quel momento il discepolo la prese nella sua casa»  (Gv  19,26-27).
In alto si sporge  la mano del Padre, che  offre una corona di gloria al suo Figlio vittorioso della morte con il suo mistero  pasquale.
Alla base della pianta c'è un piccolo cervo che combatte il serpente del male.
Da questa  pianta, che rappresenta l'albero della redenzione,  scaturisce una sorgente di acqua zampillante, che da vita a quattro rivoli, che simboleggiano i quattro vangeli, al quale si dissetano i fedeli, come fanno i cervi alle sorgenti di acqua viva. La Chiesa viene qui presentata come un giardino celeste vivificato da Gesù, vero albero di vita.


 BASILICA DI SAN CLEMENTE, ROMA, MOSAICO ABSIDALE, XII sec. (particolare - La Croce: albero della vita), riprodotto con il permesso dei Padri Domenicani Irlandesi 


 

Lascia i tuoi commenti

Commenta come ospite

0
termini e condizioni.
  • Nessun commento trovato